L’amministratore di condominio è un lavoro molto delicato: deve essere fatto con particolare attenzione e, soprattutto, rispettando una serie di requisiti imposti dalla normativa vigente. Esiste anche un informale albo amministratori di condominio, che può aiutare a scegliere il professionista giusto. Scopriamo di cosa si tratta e a cosa serve questo albo.

albo-amministratori-di-condominio-roma

Quando nominare un amministratore di condominio

Quando si parla di un amministratore condominio Roma, ci si riferisce ad una figura ben specifica che coordina quelle che sono le attività di un determinato condominio.

Ricordiamo cheNominare un esperto per l’amministrazione di un condominio è obbligatorio quando si ci si trova davanti alla presenza di almeno otto condomini.

Generalmente, è una persona che deve gestire gli spazi comuni e deve far rispettare la normativa vigente in materia di convivenza condominiale.

Viene nominato dall’assemblea condominiale, oppure, dell’autorità giudiziaria qualora ci fosse qualche problematica e non venisse rispettata la normativa vigente sulla nomina di questa figura.

Quando viene nominato, è opportuno specificare il suo compenso.

Amministrazione condominio: i principali requisiti di un esperto in materia

Vi sono diversi requisiti che un amministratore di condominio deve necessariamente avere. Primo tra tutti vi è la necessità di avere almeno un diploma di scuola superiore, di aver frequentato un corso di formazione iniziale e non aver avuto condanne contro la pubblica amministrazione o contro il patrimonio, oltre all’obbligo di aggiornarsi periodicamente.

L’amministratore può essere anche nominato sotto forma di una società o di un’associazione, purché siano rispettati tutti i requisiti di legge da parte dei soci che fanno parte di questo tipo di azione.

L’incarico di amministratore generalmente dura circa un anno e può essere rinnovato per lo stesso periodo (o differente) a seconda di quello che sono le esigenze dei condomini.

Ma come scegliere un buon amministratore di condominio a Roma?

albo-amministratori-dicondominio-roma

Cos’è l’albo degli amministratori di condominio

Molto spesso si discute sull’esistenza di una sorta di specifico albo degli amministratori di condominio.

In realtà, quest’albo non esiste in senso stretto perché l’amministrazione di un condominio non è una professione che richiede di essere soggetta a un ordine, oppure, a un collegio.

Inoltre, l’amministrazione di un condominio è una professione non viene regolamentata ma, piuttosto, disciplinata a livello generale secondo quelle che sono le norme del 2003.

Tuttavia, esistono delle liste: elenchi degli iscritti ad una determinata provincia, che svolgono il ruolo di amministratori condominiali.
Si tratta di persone che hanno già svolto questo ruolo e che hanno i requisiti previsti dalla legge.

La discussione sull’albo degli amministratori di condominio

Nel corso degli ultimi anni, si sta parlando molto dell’istituzione di un albo degli amministratori di condominio così da far in modo che vengano tutelati i diritti di chi esercita questa professione.

Nello specifico, parliamo di un’associazione da parte di coloro che svolgono questa attività e che possano garantire dei livelli minimi di professionalità sull’amministrazione di un condominio.

L’albo degli amministratori di condominio, quindi, garantirebbe il rispetto di determinati requisiti di base e, inoltre, sarebbe una tutela per entrambe le parti.

Probabilmente, nel corso degli anni, quest’albo verrà realizzato in maniera molto più concreta e sarà regolamentato in maniera più dettagliata e specifica da esperti del settore.